Oltre la montagna vol. III

Nella cruda magia di quell’ambiente che è la montagna, l’uomo incontra la natura, esperisce uno scenario che ospita forze dalle origini molteplici. Di fronte a lui c’è un passato col quale fare i conti, intorno a sé qualcosa con cui ha la necessità di trovare un equilibrio. Scopre di avere potenzialità di cui non era consapevole, che decide di usare nel bene e nel male, per creare armonia o per stabilire il proprio dominio schiacciando i suoi simili. Il modo in cui deciderà di agire indirizzerà il suo destino.

Circondato dalla natura, dal passato, dal terreno e dall’ultraterreno, dal terrestre e dall’extraterrestre, dalle energie che in tutto questo si sprigionano, egli va ad intessere rapporti che sfiorano il blasfemo, e alla fine definisce la propria essenza. L’uomo è causa ed effetto, prodotto o deus ex machina, perché, in fondo, al centro c’è sempre lui: l’uomo.

No Comments Yet.

Leave a comment